Bonus elettrico

Il Bonus Elettrico è uno strumento introdotto dal Governo con D.M. 28/12/2007 e reso operativo dall’Autorità per l’energia con la collaborazione dei Comuni, per garantire alle famiglie in condizioni di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica.

Il Bonus è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Chi ha diritto al bonus elettrico

Possono accedere al Bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata:

  • fino a 3 Kw per un numero di persone residenti fino a 4;
  • fino a 4,5 Kw per un numero di persone residenti superiori a 4.

Che presentino un’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE):

  • con valore dell’Indicatore fino a 7.500,00 € per la generalità degli aventi diritto;
  • con valore fino a 20.000,00 €  per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico.

Hanno inoltre diritto al Bonus elettrico per disagio fisico tutti i clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per   il mantenimento in vita. In questi casi, per aver accesso al Bonus elettrico, il cliente finale deve essere in possesso di una certificazione ASL che attesti:

  1. la necessità di utilizzare tali apparecchiature;
  2. il tipo di apparecchiatura utilizzata;
  3. l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata;
  4. la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l’apparecchiatura.

I clienti con questi requisiti hanno diritto al Bonus indipendentemente dal venditore che fornisce loro l’energia.

Valore del bonus elettrico

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il Bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo.

Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia.

Durata del bonus elettrico

Il Bonus per disagio economico sarà riconosciuto per un periodo di dodici mesi e potrà essere rinnovato presentando una ulteriore richiesta.

Per i casi di disagio fisico che impongano l’uso di apparecchiature elettromedicali essenziali per il mantenimento in vita, il Bonus verrà erogato senza interruzione fino a quando sarà necessario l’uso di tali apparecchiature.

Il diritto al bonus decorre dal primo giorno del secondo mese successivo alla trasmissione delle informazioni attraverso un apposito sistema informatico.

Come richiedere il bonus elettrico

Il Bonus deve essere richiesto al proprio Comune di residenza utilizzando gli appositi moduli ed allegando copia dell’Indicatore della Situazione Economia Equivalente (ISEE) e copia del documento di riconoscimento di colui che risulta intestatario dell’utenza.

Modello ASL (34,3 KB)